Contatti

                     

            STEFANO PRIMITERRA            

info@scoutcalcio.it

CurrilumVitae

 

CHI SONO

Dottore in Scienze delle attività Motorie e Sportive, presso l’Università G. D’Annunzio di Chieti e Pescara.

Tesi di laurea: “I potenziali predittori del talento nel calcio. L’osservatore calcistico e lo Scouting”.

TESI PPT -TESI PDF

 

Osservatore calcistico R.O.I Italia, in procinto di abilitazione come Osservatore Professionista a Coverciano.

Osservatore settore giovanile Pescara Calcio. Regione Abruzzo e centro Italia.

Collaboratore FIGC Abruzzo, area scouting. Categoria Under 15, Under 17, Under 19.

Allenatore di base Uefa b.

Istruttore giovani calciatori ed esperto delle metodologie di allenamento nell’età evolutiva.    

Istruttore di ginnastica posturale, chinesiologo.

La forte passione per questo sport mi ha spinto, inizialmente come calciatore e come tifoso e successivamente come addetto ai lavori, ad avere una visione del Calcio particolare. Per me questo sport, non sarà mai un “gioco”, come viene definito spesso, per me il Calcio potrebbe essere una scienza, e andrebbe studiata in tutte le scuole, così come quasi tutti gli sport di squadra ed individuali agonistici. All’interno di una disciplina così complessa passano infinite strade, molte delle quali convertono nella stessa direzione. Il tutto parte dai bambini e le scuole calcio. Lo studio, la scienza, l’educazione, ed il saper fare, nasce da lì.

In italia si sente spesso parlare di scuole calcio, di settore giovanile, di agenti, procuratori, federazioni, poveri invece sono i riferimenti allo studio scientifico dei bambini, alla metodologia di lavoro, e agli obiettivi che dovrebbero essere delle scuole calcio e poi dei settori giovanili. Girando tra i campi e tra le società sento parlare di Vittoria, Sponsor, piuttosto che programmazione e metodo.

Piccoli riferimenti che fanno capire come in Italia siamo indietro anni luce a livello di cultura calcistica, a livello di addetti ai lavori (istruttori e allenatori con cultura ed abilitati), di società, di metodi. Nei campi si vede ancora “lavorare” con i bambini ed i ragazzi, il figlio del presidente, l’ex giocatore della prima squadra, l’allenatore sessantenne… Il calcio si è evoluto e noi siamo rimasti fermi. L’Italia è fuori dai Mondiali, la FIGC è commissariata e le nostre Primavere sono piene di stranieri.

Parole come Talento, Scouting, Programmazione, sono parole talmente astratte e sconosciute ai più che fa quasi paura discuterne… ed è proprio questo il mio scopo…

Parlarne….

 

                                                                                                                                            Stefano Primiterra